Dal 1989 a oggi

Il nuovo Presidente, adottando una precisa linea di rinnovamento e di adeguamento stabiliti dal piano socio-assistenziale della Regione Lombardia ha approvato nella seduta del 26 ottobre 1989 l'ampliamento dell'oramai Vecchia Casa di Riposo con la costruzione di un nuovo padiglione destinato a Residenza Sanitaria Assistenziale.
Tale adeguamento ha comportato una riduzione dei posti letto esistenti in seguito alla trasformazione delle camere a otto letti in stanze a due o quattro letti dotati di servizi individuali.
La nuova costruzione di oltre 35.400 mc con 120 posti letto ad uso Struttura Protetta si sviluppa su cinque piani di cui uno seminterrato e quattro fuori terra, unito al fabbricato già esistente mediante un corpo di collegamento ai piani seminterrato, terreno e primo piano. Una struttura di sicuro significato sociale con più ampi e multiformi servizi, inaugurata nel 1997, si pone al centro per un tipo di assistenza all'anziano rispondente a validi criteri di qualità e modernità sempre unita, comunque, ad un legato di solidarietà che viene dai fondatori e da altri benemeriti benefattori e che deve ritrovare rispondenza con i tempi nuovi.

 

Cioè, ci sembra di capire, che il passato centenario si lega al futuro perché ogni attimo del presente sia testimonianza viva e ben operante dell'amore cristiano che ha suggerito e sostenuto le fatiche per le realizzazioni più esemplari e più preziose per i nostri anziani e per la nostra Melegnano.
Ed è necessario ricordare, a questo punto, la motivazione espressa nella cerimonia presso l'aula consiliare, nell'ambito della consegna dei riconoscimenti ufficiali in occasione del Centenario di Fondazione, quando è stata consegnata alla Casa di Riposo di Melegnano, nella persona del presidente Dottor Massimo Sabbatini la medaglia d'oro di benemerenza con questa motivazione:

 

Alla Casa di Riposo di Melegnano, per il contributo dato al ricovero per gli anziani in stato di bisogno assistenziale ed in modo particolare per le persone non autosufficienti. La Casa di Riposo, celebrando i suoi cento anni di vitalità pubblica, con la costante ed attiva opera sanitaria, amministrativa, religiosa e ricreativa, dà un servizio prezioso e una testimonianza maturata da sacrifici e da forte fede sociale.

 

a breve, saranno disponibili nuove informazioni relative agli ultimi decenni di sviluppo delle attività della Fondazione Castellini